Pane e circo – 3a parte

 

Apocalypse soon - Mega ChurchAl termine di questo articolo ci soffermeremo sulle responsabilità della Chiesa Cristiana nel declino dell’Impero americano. Per il momento, una volta stabilito che l’America va davvero considerata come un Impero, è necessario analizzare le varie componenti di questo declino.

Anche se non possiamo individuare un momento specifico o un particolare evento che abbia dato il via al declino possiamo comunque affermare con certezza che esso sia il risultato di una serie di combinazioni di fattori ai quali non è stato posto rimedio, tanto da far marcire il sistema fino a trasformarsi in un cancro terminale diventato ormai incurabile.

Alla luce dei più e meno recenti eventi, chiunque osservi con un occhio critico lo stato degli USA non può fare a meno di notare che le cose stiano cadendo a pezzi, passo dopo passo, giorno dopo giorno, a dispetto delle “cure”che i politici stanno cercando di applicare e che invece, se possibile, stanno finendo con l’accelerare questo processo di deterioramento.

L’America è stata sin dal principio una democrazia, la quale ha garantito ai suoi cittadini la massima libertà possibile ed ha esportato il suo sistema nel mondo, anche a volte dovendo forzare delle nazioni impreparate. Pur non essendo perfetta, la democrazia resta comunque la miglior forma di governo che l’uomo abbia saputo concepire. Ma per funzionare al meglio essa ha bisogno di maturità e responsabilità. Inoltre essendo un processo umano, la democrazia è soggetta alle fragilità e alle incoerenze umane dovute a piccoli (e a volte non così piccoli) interessi e a manipolazioni di vario genere.

Sfortunamente, così come avvenne per Roma, le comodità e l’arroganza hanno innalzato l’ego fino ad invertire il rapporto tra cittadino e società, tanto che la nuova ragion d’essere consiste nel preoccuparsi esclusivamente di ciò che è buono per sé, per la propria famiglia o per la propria ditta anche se questo va a scapito di coloro che sono più altruisti e disinteressati. Una volta si diceva: “ciòche è buono per la mia nazione è buono per me”, mentre oggi avviene l’esatto contrario. L’avidità e l’amore per il denaro prevalgono su tutto e le conseguenze sono gli amari frutti che l’America sta raccogliendo.

Militare: Dopo le vittorie della Seconda Guerra Mondiale, gli USA si sono impegnati in guerre fallimentari contro vari gruppi militanti che a torto o a ragione consideravano l’America come il proprio nemico. Nonostante tutte le tecnologie, i robot, le telemetrie sofisticate, i satelliti e le varie armi fantascientifiche gli Stati Uniti stanno perdendo sul campo di battaglia la “guerra” dei cuori e delle menti. Non è necessario fare un elenco visto che sulla sua storia recente si potrebbero scrivere volumi. Certamente è scioccante riscontrare come il più potente esercito della storia dell’umanità stia letteralmente camminando sul ghiaccio. E non voglio neppure commentare la recente risoluzione che apre le Forze Armate agli omosessuali e alle lesbiche.

Economia: il declino del dollaro onnipotente è un altro fatto indubitabile. Il debito statunitense ha superato ogni limite ragionevole e ciò è dovuto al fatto che i suoi cittadini hanno vissuto a lungo ben al di sopra dei propri mezzi. E come sempre alla fine del pasto è arrivato il conto da pagare. In tutto questo disastro economico abbiamo potuto vedere coloro che hanno approfittato del sistema, ossia banchieri, finanzieri e le varie compagnie. E’ divertente vedere come il governo si sia speso con tutte le proprie forze per salvare le banche, gli istituti di credito e diverse compagnie lasciando a terra i restanti (vedi le persone delle classi meno agiate e le piccole compagnie). Tanto per capire quanto gli Usa siano caduti in basso basti pensare che un ex comunista come Putin ha definito gli Stati Uniti come “il parassita dell’economia mondiale”.

“Loro stanno vivendo oltre i propri mezzi caricando parte dei propri pesi e dei propri problemi sull’economia mondiale”, ha detto Putin al Cremlino ad una riunione del gruppo giovanile Nashi. “Vivono come parassiti sulle spalle dell’economia globale e sul proprio monopolio del dollaro”: REUTERS

Socialità: Tra gli americani il malcontento e l’avidità hanno messo gli uni contro gli altri, come dimostrato dall’incredibile aumento delle cause in giudizio fatte per ragioni banali come in nessun’altra parte del mondo.
Gli americani sono divenuti immorali e senza vergogna. La parola vergogna, a quanto pare, non esiste più da parecchio tempo nel loro vocabolario. Tutti sono ORGOGLIOSI di ciò che sono, senza fare il minimo sforzo per discernere se il proprio stato sia davvero giusto o se la loro “libertà” edifica la nazione piuttosto che il proprio ego.
Gli ultimi decenni hanno dato vita a parecchi movimenti libertari i quali –attraverso Hollywood – sono stati esportati in tutto il mondo. Il risultato è una popolazione resa schiava, educate come il cane di Pavlova rispondere a determinati impulsi. E per tenere tutti buoni hanno inventato il“politically correct” cosicché oggi gli americani si sono trasformati in un popolo dal ventre morbido (letteralmente). Tutte le volte che mi capita di andare nel Nord America resto sempre scioccato nel vedere il numero spropositato di persone obese che evidentemente si nutrono senza sosta di cibi tutt’altro che sani. Non so come possa reggere il sistema medico USA, dal momento che persone con questi problemi prima o poi avranno necessità di curarsi per tutti i malanni conseguenti all’obesità. Non ho nulla contro le persone obese, ma arrivare al punto di non poter neppure muoversi è davvero ridicolo. Ma non possono fermarsi perché penso che ormai siano dipendenti al cibo come si può essere dipendenti all’eroina. Deve essere a causa degli “ingredienti segreti” messi nei loro cibi e nelle loro bevande. Il risultato è che una larga fetta degli USA è diventata apatica a tutto ciò che non riguarda direttamente le loro persone o le cose immediatamente vicine a loro.

Spiritualmente: Ad uno sguardo superficiale può sembrare che l’America abbia una forte spina dorsale religiosa/spirituale, ma quando si cerca di analizzare più profondamente la situazione ci si accorge che entrambi i termini non rappresentano esattamente la realtà. Dopo aver speso gli ultimi decenni combattendo contro la Cristianità e cercando di rimuovere Gesù dalle aule scolastiche, dagli edifici governativi, dagli eventi pubblici, ecc… l’America è divenuta un miscuglio di vecchie e nuove “religioni”e riti che hanno sostituito la dottrina biblica con delle teorie teologiche sempre più assurde.

Ma perché è successo tutto ciò?

La risposta è semplice: la Chiesa Cristiana non ha mantenuta la sua promessa e ha fallito il suo compito. Forse tutto questo era nello schema delle cose ed era inevitabile, ma la caduta della Chiesa ha consentito la diffusione di tutte queste pratiche “religiose”.

Vediamo ora quali sono stati i fallimenti:
1) L’amore per il denaro che supera quello per Dio così come appare da alcuni pastori e evangelisti ha finito col creare uno scandalo e una cattiva testimonianza anche agli occhi dei non credenti. Internet è pieno di tele evangelisti che offrono i loro libri, video e sacre reliquie a coloro che gli inviano $$$. Il loro richiamo è tanto spregevole quanto ciò che offrono. Essi hanno Dio sulle loro bocche ma non nei propri cuori:

(2Tim 3:5) aventi l’apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza. Anche da costoro allontànati!

2) L’amore per il successo superiore all’amore per Dio. I ministri cristiani si dimenticano troppo facilmente che essi sono servitori inutili. Invece si elevano senza neanche velare il proprio orgoglio esibendo uno stile di vita simile a quello delle star di Hollywood. Non voglio dire che i ministri di Cristo debbano vivere in povertà, ma perlomeno sobriamente e con buon gusto, senza esibizionismi come invece fanno la quasi totalità deitele evangelisti. I non credenti guardano e giudicano:

(Giacomo 5:5) Sulla terra siete vissuti sfarzosamente e nelle baldorie sfrenate; avete impinguato i vostri cuori in tempo di strage

3) l’amore per il proprio ego che supera quello per Dio. Negli ultimi decenni siamo stati inondati da insegnanti i quali invece di predicare la sana dottrina indicata nella Parola sono usciti fuori strada verso territori sconosciuti, finendo con l’esporre le peggiori eresie chele menti più perverse potevano concepire e tutto questo nel nome di una presunta “rivelazione superiore” o interpretazione che sarebbe stata affidata a loro. Queste nuove “dottrine”hanno finito col destabilizzare uno stormo già di per sé biblicamente illetterato ponendo le basi per la Grande Apostasia che sta di fronte a noi:

(2Tim 4:3-4) Infatti verrà il tempo che non sopporteranno più la sana dottrina, ma, per prurito di udire, si cercheranno maestri in gran numero secondo le proprie voglie, e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole

4) Credendo maggiormente nelle proprie capacità personali invece che nella potenza di Dio. Sembra che qualunque pastore abbia “un piano” che guida la propria vita ed occupa il suo tempo. Certo, alcuni di questi piani sono legittimi, mentre altri che vengono fatti per i propri presuntuosi scopi sono un’offesa a Dio e alla Sua Parola. E sempre su questo tema possiamo anche includere quei cristiani che entrano in politica per fare “l’opera di Dio”. Sono particolarmente contrariato da coloro che usano la Cristianità per le proprie ambizioni politiche. I termini usati sono: “orbene, se i Cristiani non vanno al potere, finiremmo per lasciare il potere di fare le leggi solamente ai non credenti”. Questi sedicenti politici invece dimenticano che Dio è in grado di governare il cuore del dittatore più tirannico, SE I CRISTIANI SI INGINOCCHIANO E PREGANO.
Dal momento che la preghiera è divenuta una pratica obsoleta, ne consegue che è più semplice far le cose per proprio conto, offrendo un servizio a Dio con le proprie labbra mentre si alimenta il proprio ego con manie di grandezza.

(2Cronache 7:14) se il mio popolo, sul quale è invocato il mio nome, si umilia, prega, cerca la mia faccia e si converte dalle sue vie malvagie, io lo esaudirò dal cielo, gli perdonerò i suoi peccati, e guarirò il suo paese

E’ anche una disgrazia e un’aberrazione che in tempi di elezioni i politici di professione vengano ammessi nelle chiese durante il culto di domenica ad istruire il gregge. Quelle chiese che compiono tali pratiche e quei pastori che permettono ciò dovrebbero vergognarsi del loro operato per il quale dovranno rispondere a Dio. Il pulpito andrebbe usato solamente per predicare la Parola di Dio e non le vanità degli uomini.

(Marco 12:17) Allora Gesù disse loro: «Rendete a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio». Ed essi si meravigliarono di lui.

E cosa dire degli scandali sessuali e della piaga dei divorzi nella chiesa, inclusi alcuni famosi pastori? Potrei facilmente continuare con questi strani casi che minacciano la chiesa del presente, ma ritengo che altre vicende siano comunque il frutto della lista sopraccitata.

Il mondo sta vivendo nel divertimento, basti pensare ai film, agli show musicali, agli eventi sportivi o qualunque cosa basta che sia in 3D ed ETX Enhanced e sia capace di stupire e lasciare lo spettatore completamente intontito. Chi se ne importa dell’aumento della disoccupazione, delle crisi finanziarie o di che fine faranno $ o € ,abbiamo già il 3D a casa!
In ogni caso tutto sembra molto ben pilotato (e lo è) e le persone non solo altro che pecore portate al macello che arriverà a tempo debito. Il Titanic sta affondando e l’orchestrina continua a suonare allegramente.

E la Chiesa si unisce beatamente a questa follia, scimmiottando i metodi del mondo. Sembra che di fronte a ciò che il mondo offre, la Chiesa si presenta con “l’alternativa Cristiana”. Come è triste che si debba copiare il mondo, come se lo Spirito Santo non fosse capace di ispirare creativamente i cuori dei cristiani, mentre opportunisticamente si cerca di dimenticare che Dio odia le vie del mondo:

(Giacomo 4:4) O gente adultera, non sapete che l’amicizia del mondo è inimicizia verso Dio? Chi dunque vuol essere amico del mondo si rende nemico di Dio.

Pane e Circo venivano dati ai Romani con lo scopo di pacificare e manipolare un popolo inquieto fino a quando non arriva la fine che porta via tutti. Come dice il proverbio: “Coloro che ignorano la storia, sono condannati a ripeterla” ed oggi sembra di rivivere il Panem et Circenses, anche se solo in apparenza. Questa volta, i poteri che hanno ben pianificato queste cose riusciranno a portare a compimento i propri piani. Diciamo per un breve tempo, 7 anni, metti o togli qualche giorno.

3 thoughts on “Pane e circo – 3a parte

  1. stefano vannesi ha detto:

    Anche io concordo su tutto e aggiungo che tali segni si comincia a vederli anche nel nostro paese.Dio ti benedica. Stefano vannesi

    • Pietro Bianchini ha detto:

      …sicura in man di Cristo,sicura nel Suo cuor, l’ anima mia riposa all’ ombra del Suo amor salva da tema e affanni, dal dubbio che addolora, sol qualche prova ancora un pò di pianto ancor… Il Signore Gesù sta per tornare…sia benedetto in eterno e un’ abbraccio fraterno a tutti i miei fratelli in fede. Dio vi benedica Pietro Bianchini

  2. Ferruccio D'Angelo ha detto:

    Concordo su tutto ciò che hai scritto caro fratello; è un dar da bere agli assetati della semplice parola di Dio. Ti benedica il Signore assieme alla tua famiglia. Ferruccio D’Angelo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...